Torvaianica Alta


Vai ai contenuti

La voce della Parrocchia - marzo 2008

Parrocchia Regina Mundi

CRISTO E' RISORTO ! ALLELUIA

La risurrezione di Cristo, fonte della nostra speranza


Oggi è un giorno di luce e di vita, le tenebre della morte sono state squarciate dalla luce di Cristo risorto. Egli è veramente risorto per rimanere sempre con noi. Anche noi che celebriamo la Pasqua di risurrezione si apre il passagio alla vita eterna.

Un'ansia di vedere spinge le donne tra cui Maria di Magdala a recarsi al sepolcro, vedere la tomba del Maestro. Ma la tomba è vuota.

Dio manifesta la sua presenza provvedendo in maniera misteriosa l'apertura della tomba, facendo rotolare via la pietra che ne chiudeva l'imboccatura. La tomba è vuota perchè Cristo è risorto.

Lo dicono chiaramente alle donne due Angeli apparsi in quel momento invitandole a verificare il fatto. "Non abbiate paura, so che cercate Gesù il Crocifisso. Non è qui. E' risorto come aveva detto".

L'invito diventa anche un ordine da trasmettere agli apostoli ed agli altri amici, di dire quello che hanno visto e di andare in Galilea e là lo vedranno risorto.

Quando esse vanno per portare il messaggio, Cristo appare loro, anzi va loro incontro. Esse si prostrano per adorarlo e ricevono da lui stesso il messaggio da trasmettere. Mentre gli angeli avevano detto di portare il messaggio agli apostoli, Gesù chiama i suoi con l'appellativo di fratelli perchè vuole sottolineare che il suo legame con loro è più forte del loro abbandono e del loro tradimento.

Così le prime parole del Risorto sono anche parole di perdono. Ora le donne possono continuare la loro strada, con loro corre non solo il primo annuncio ma anche la prima esperienza pasquale = la risurrezione dal peccato.

Ogni anno la Pasqua ci conduce per la via che conduce alla tomba vuota e noi, come le donne di Galilea, lo incontreremo risorto sulla strada della nostra vita.

A chi lo cerca sarà dato il dono di poter udire la sua voce, di poter contemplare il suo volto, di assaporare la gioia della risurrezione. Resta il dovere dell'annuncio agli altri. Signore sei risorto, vogliamo portare questa gioia a tutti i nostri fratelli, iniziando da quelli provati nella vita dura e nell'abbandono. Alleluia.

Il risorto ci invita: venite, dunque, o genti tutte, oppresse dal peccato e riceverete il perdono. Infatti, sono io, il risorto il vostro perdono, io la Pasqua della redenzione e della risurrezione. Io sono l'agnello pasquale per voi, io la vostra vita, io la vostra luce, la vostra salvezza. io vi porto in alto, in cielo, io vi risusciterò e vi farò vedere il Padre che è nei cieli, io vado a prepararvi un posto perchè dove sono io siate anche voi.

padre Giuseppe






Unofficial site | Gfpetriachi@alice.it

Torna ai contenuti | Torna al menu