Torvaianica Alta


Vai ai contenuti

Com'è andata

Urban Street Day

Urban Street : una manifestazione dedicata ai giovani

I volantini che presentavano l’evento parlavano di “una manifestazione pensata, realizzata ed organizzata da giovani pometini per altri giovani”; insomma veniva rappresentato come il primo tentativo della comunità giovanile di Torvaianica Alta di organizzare in proprio un evento fatto dai giovani per i giovani...
E così è stato !
Sabato 18 agosto presso il Centro Sociale “Torvaianica Alta” ha avuto luogo il primo contest di breakdance svoltosi nel comune di Pomezia.Giovani breaker di pomezia, dei comuni limitrofi e del litorale e non solo, si sono affrontati in un turbinio di sfide individuali e di gruppo per oltre 7 ore.
Il contest è stata in fin dei conti, solo un’occasione per far conoscere a tutti un mondo spesso messo in disparte, un mondo fatto di milioni di colori anche se spesso pieno di ombre: il mondo dei ragazzi, dei giovani di Pomezia e di Torvaianica Alta in particolare, scartati da tutti, presi poco in considerazione e costretti per questo a vivere ai bordi di questa nostra società sempre meno presente a se stessa.
Una società in cui la parola “ragazzi” viene usata troppo frequentemente per imbellettare discorsi ed eventi pensati ed organizzati da persone troppo grandi per capire fino in fondo i gusti, i pensieri, i problemi e gli interessi dei giovani.
Per questo la scelta del ballo per rappresentare i giovani: perché il ballo è una delle tante forme d’arte che l’uomo può esprimere e che, come tale, deve essere salvaguardata.
In particolare la breakdance (insieme al graffiti writing di Simone Brancato ha dato ancora una volta due splendidi esempi) è l’espressione di un modo di vivere e pensare dei giovani, un loro modo di uscire dalla razionalità, un’espressione della propria creatività (e quindi della propria irrazionalità) in un mondo che tende a distruggerla in nome dell’omologazione.
Ed infatti la manifestazione ha avuto un grandissimo riscontro di pubblico (oltre 300 persone), una risposta estremamente positiva che fa ben sperare per il futuro e per iniziative e manifestazioni che già abbondano nelle giovani teste degli organizzatori Valerio Petriachi, Gabriele Riccio e Domenico Sorrentino (55 anni in 3).
Il loro impegno ed il positivo risultato è stato sottolineato dalle belle parole spese nei loro confronti oltre che dagli spettatori (giovani ed adulti), accorsi ad assistere allo spettacolo, anche dai giudici, dai concorrenti, dai Dj, dal service e dall’associazione Aperta!mente, certamente più avvezzi ad eventi pubblici che hanno gratificato i giovani organizzatori di complimenti ed incoraggiamenti a proseguire assicurando la loro vicinanza.
E’ nel sorriso pulito di questi ragazzi che si legge la voglia di rendere Pomezia un posto migliore per vivere la loro gioventù, di non lasciare che Torvaianica Alta scivoli inesorabilmente in una deriva di squallido quartiere dormitorio, di urlare la propria soddisfazione di essere finalmente riusciti a farsi sentire.
Quest’idea sta sempre più prendendo piede e la naturale evoluzione è la possibilità, che si sta studiando, di aggregare i ragazzi del territorio per formare una comunità giovanile che possa inseguire con continuità e tenacia questi obiettivi.
Da ultimo i ringraziamenti. Al Comune di Pomezia per la fornitura dei mezzi tecnici (palco, service luci-audio, sedie) e la concessione del Patrocinio, segno di un interessamento concreto verso i giovani e le loro iniziative.
Un particolare grazie al consigliere comunale Giancarlo Gatti che ha dato un contributo determinante nei rapporti con l’Amministrazione.
Agli amici di Aperta!mente che sono stati prodighi di consigli ed amorevole vicinanza per tutto il periodo di gestazione e realizzazione dell’evento.
Agli skater del Drop Zone di Anzio ed alla Parrocchia Regina Mundi di Torvaianica Alta per l’aiuto dato.
Ai fornitori, tutti bravissimi nel riuscire ad abbreviare i tempi di consegna dei materiali in un periodo di ferie.
Ed infine un grandissimo ringraziamento in primo luogo alla società Acquagas ed a tutti gli sponsor (Agenzia Viaggi Le Nereidi, Bar degli Abruzzi, Beauty Center Orion, Cafè del Mar, Foto Ottica Ramunno, Locanda della Luna, Macelleria da Billy, Merceria BRA. VA., Panificio Dati, Parrucchiere Maximus, Pasticceria Cuore di Panna, Piadineria Pappappero, Pizzeria La Rustichella, Ricamo Mania, Ristorante La Bussola, Ristorante Scalella, Studio Tecnico Di Giovannantonio) che hanno capito più di altri le finalità di tale manifestazione e si sono così generosamente prestati ad aiutare giovani e inesperti organizzatori facendosi contagiare e condividendone l’entusiasmo.
Anche loro hanno vinto la scommessa.
Un grazie ancora a tutti e... a presto.


Unofficial site | Gfpetriachi@alice.it

Torna ai contenuti | Torna al menu